ORGANIZZAZIONE A TUTELA VALORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO ALL'ESTERO DEL VERO PRODOTTO ITALIANO
Caricamento...
Loading

Notizia del 18/09/2017

Prima l’esposizione del prototipo in Fiera del Levante (nell’ambito dell’81esima Campionaria, di scena dal 9 al 17 settembre prossimi), poi la produzione che sarà attivata entro fine anno nell’ex stabilimento della Om Carrelli Elevatori: la prima auto made in Bari è sempre più vicina. Tanto che «Tua Industries», società facente capo al fondo d’investimento statunitense Lcv Capital Management (società di gestione fondi che fa capo a De Visconti e Bonidy), ha già «sistemato le carte» per presentare al mondo la sua piccola autovettura alimentata a energia elettrica (la prima nella categoria ad alimentazione alternativa). A Torino, lunedì 5 giugno scorso, si è tenuto il consiglio d’amministrazione del gruppo che ha rilevato lo stabilimento barese per trasformarlo (nella prima fase), nella casa dei cosiddetti quadricicli. Ovvero veicoli leggeri che possono essere guidati senza patente, ma che, ai fini industriali, rappresentano il punto di partenza per arrivare all’immissione sul mercato di un’auto della classe media che possa farsi apprezzare per prestazioni e versatilità. La novità è che l’autovettura ha concluso l’iter di omologazione europeo (resterebbe in piedi un passaggio tecnico per il via libera degli impianti elettrici) e si prepara alla presentazione ufficiale. Tanto che l’azienda e la Regione Puglia, tramite la task force dell’occupazione, avranno un incontro il prossimo 28 giugno (non è escluso che partecipi anche Giovanni Battista Razelli, amministratore delegato della società) per affrontare in concreto i temi della reindustrializzazione.

 

In Fiera

Nell’occasione sarà concordato il luogo della presentazione: tutto porta alla Fiera del Levante dove a settembre si terrà la Campionaria. Successivamente inizieranno a essere richiamati i 192 operai ex Om Carrelli che attualmente sono coinvolti da ammortizzatori sociali (la cassa integrazione scadrà a fine dicembre 2017). Ma secondo i piani di Tua Industries, a regime lo stabilimento dovrebbe occupare fino a 440 dipendenti considerando anche i trend di vendita. Perché gli impianti dovranno assemblare i componenti in modo da sfornare interamente l’auto elettrica made in Bari. A tal fine si stanno completando (anche se c’è voluto più tempo del previsto) i lavori di bonifica dall’amianto del tetto e dei muri del plesso localizzato in via Delle Ortensie 33 (nell’area industriale di Modugno). Il quadriciclo, i cui test su pista hanno evidenziato ottime performance di percorrenza (oltre 200 chilometri con una carica) sarà prodotto con volumi importati: da 6 mila del 2018 ai 25 mila esemplari a regime. Sarà una vettura low cost con carrozzeria di metalli compositi e quattro posti. Le misure saranno compatte (alta e larga 1,5 metri e lunga poco più di 3 metri).

 

 

 

 

L’investimento

Il progetto di Tua Industries poggia anche su un contratto di sviluppo sottoscritto con Invitalia. L’investimento complessivo è di 48,8 milioni di cui 36,6 milioni di agevolazioni (25 milioni di crediti agevolati e 11 milioni a fondo perduto). E un ruolo decisivo per ottenere il via libera da Invitalia è stato svolto dalla Regione Puglia che ha cofinanziato il progetto di riconversione con una somma di 5 milioni. «Siamo contenti della scelta effettuata — commentò Razelli presentando il piano industriale alle istituzioni locali — perché abbiamo visto la vostra volontà di lavorare. Il primo passo sarà fare una automobile per città con la nostra linea di produzione che non sarà automatizzata ma valorizzerà molto la capacità di costruire». A quanto pare il primo passo sta per compiersi



>> Stampa  >> Invia  
>> OSSERVATORIO MADE IN 

Certifica il tuo prodotto

Per ottenere la certificazione, o conoscere i metodi che garantiscono la qualità del vostro prodotto con il marchio di controllo " 100% Made in Italy ", potete contattare L'Istituto per la Tutela dei Produttori Italiani - ITPI
Contatti >

Visita il sito
di certificazione

Per verificare la certificazione di un'azienda, o conoscere i metodi di controllo del vostro prodotto "100% Made in Italy ", potete visitare MADEINITALYCERT.IT
Vai >


Info

Italian Manufacturers

LUCA PAGNI presents his Asymmetric Eyewear Collection at MIDO 2015.

Luca Pagni, Venetian eyewear brand, named after his young and eclectic designer, arrives at MIDO 2015. It offers a timeless classy collection, certifi...
Read >

The Italian Manufacturers Insitute decided to Strengthen the Certification of Origin and Quality 100% Made in Italy IT01.

The Italian Manufacturers Insitute decided to Strengthen the Certification of Origin and Quality 100% Made in Italy IT01.Underlying you can take a loo...
Read >

Kilesa Italia Bags Collection

Kilesa project brings to market an innovative product, capable of expressing an important content of DESIGN, precious and valuable for its manufacture...
Read >

SERGIO LEVANTESI NEW COLLECTION SPRING SUMMER 2015

GKS srl is a company established since 1988 in Marche region, the Italian area worldwide renowned for the high quality of shoe crafting.Gabriele Levan...
Read >
Logo Made in Italy
Numero Verde Promindustria 800.91.17.62

Link e
Siti collegati