ORGANIZZAZIONE A TUTELA VALORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO ALL'ESTERO DEL VERO PRODOTTO ITALIANO
Caricamento...
Loading

Notizia del 07/11/2017

Istanbul, i dipendenti di un fornitore sono rimasti dalla mattina alla sera senza lavoro: hanno riempito i vestiti in vendita di volantini che stanno facendo il giro del mondo

MILANO - "Ho fatto questo capo che stai per comprare, ma non sono stato pagato per questo". Con questa singolare e riuscita protesta, i lavoratori di una società fornitrice di Zara hanno generato grande attenzione intorno al loro caso: una storia che arriva da Istanbul e sta rapidamente conquistando la rete.
Hanno lasciato i biglietti con quella frase nei negozi della catena d'abbigliamento spagnola spiegando che lavoravano per Bravo, un'azienda chiusa nel giro di poche ore, dalla quale lamentano di dovere ancora incassare tre mesi di paga e altri arretrati.
La notizia, di cui ha dato conto l'Associated Press, sta accedendo il faro sulla richiesta dei dipendenti della società iberica - e soprattutto di coloro che lavorano per le fabbriche turche sue fornitrici - affiché le loro condizioni lavorative migliorino. La società Bravo Tekstil, riporta l'Independent, produceva abbigliamento anche per Mango e Next.

Il marchio Zara, che fa parte del colosso Inditex, ha da pochi giorni tenuto un incontro con l'Organizzazione internazionale del lavoro per mettere sul tavolo proprio le migliori prassi aziendali in tema di diritti dei dipendenti e loro tutele e diffonderle lungo . Eppure, ricorda ancora la testata britannica, la catena spagnola non è stata esente da molte critiche, che hanno riguardato sia i danni ambientali causati che le condizioni di lavoro lungo la sua catena di produzione. E' stata anche accusata di aver impiegato lavoro di ragazzini o rifugiati siriani. Nel caso specifico di Bravo, ricostruisce la Cnbc, la Inditex ha risposto alle critiche precisando che tutto quel che doveva al fornitore è stato versato e si è anzi attivata con un fondo per il supporto degli ormai ex lavoratori.



>> Stampa  >> Invia  
>> OSSERVATORIO MADE IN 

Certifica il tuo prodotto

Per ottenere la certificazione, o conoscere i metodi che garantiscono la qualità del vostro prodotto con il marchio di controllo " 100% Made in Italy ", potete contattare L'Istituto per la Tutela dei Produttori Italiani - ITPI
Contatti >

Visita il sito
di certificazione

Per verificare la certificazione di un'azienda, o conoscere i metodi di controllo del vostro prodotto "100% Made in Italy ", potete visitare MADEINITALYCERT.IT
Vai >


Info

Italian Manufacturers

LUCA PAGNI presents his Asymmetric Eyewear Collection at MIDO 2015.

Luca Pagni, Venetian eyewear brand, named after his young and eclectic designer, arrives at MIDO 2015. It offers a timeless classy collection, certifi...
Read >

The Italian Manufacturers Insitute decided to Strengthen the Certification of Origin and Quality 100% Made in Italy IT01.

The Italian Manufacturers Insitute decided to Strengthen the Certification of Origin and Quality 100% Made in Italy IT01.Underlying you can take a loo...
Read >

Kilesa Italia Bags Collection

Kilesa project brings to market an innovative product, capable of expressing an important content of DESIGN, precious and valuable for its manufacture...
Read >

SERGIO LEVANTESI NEW COLLECTION SPRING SUMMER 2015

GKS srl is a company established since 1988 in Marche region, the Italian area worldwide renowned for the high quality of shoe crafting.Gabriele Levan...
Read >
Logo Made in Italy
Numero Verde Promindustria 800.91.17.62

Link e
Siti collegati